Aulss6 nuovo
Il Pronto Soccorso è una struttura complessa dedicata all’attività diagnostica e terapeutica d’emergenza ed urgenza, funzionante 24 ore su 24.
Le principali aree di attività del personale del Pronto Soccorso di Cittadella si svolgono sul territorio ed nel Presidio Ospedaliero.

Video - violenza maschile sulla donna: il ruolo del Pronto Soccorso
Prestazioni

Emergenza territoriale “SUEM 118”

Il personale degli equipaggi delle nostre ambulanze di soccorso è composto da un autista soccorritore, un infermiere e, quando si tratti di codice rosso (pericolo di vita), dal medico di Pronto Soccorso. 

Attività ospedaliera
Si realizza al momento dell’accoglienza tramite l’attribuzione del codice di priorità. L’accesso alle cure in Pronto Soccorso avviene in base alle condizioni cliniche e non secondo l’ordine d’arrivo: i pazienti più gravi vengono visitati prima di quelli meno gravi.
Un infermiere specializzato stabilisce la priorità e assegna un codice.
Le fasi del processo di Triage sono: valutazione “alla porta”, raccolta dati, decisione di triage con assegnazione del codice.
Valutazione “alla porta”: è una valutazione rapida, visiva, che richiede esperienza e colpo d’occhio, volta a cogliere segni indicativi di situazioni di pericolo.
Raccolta dati: si raccolgono i dati anagrafici e informazioni utili a individuare il problema principale attraverso la determinazione dei sintomi, della storia medica e delle eventuali terapie.
“Decisione di triage”: tramite un’attenta valutazione delle condizioni fisiche e del grado di sofferenza si giunge all’assegnazione di un codice di priorità (codice colore).
Questo codice determina la priorità con cui l’utente accede alla prestazione medica: questo codice di priorità può non coincidere con il codice d’uscita, attribuito dal medico alla fine dell’iter diagnostico.

Attività Ambulatoriale
Si articola di norma su 3 ambulatori dedicati alle visite degli utenti che si presentano spontaneamente al Pronto Soccorso e che vi accedono in base al codice colore.
L’attività d’emergenza-urgenza viene svolta prioritariamente nella sala d’emergenza dove vi sono le attrezzature e i presidi necessari per trattare il paziente critico.

Osservazione Breve
Se, a giudizio del medico di Pronto Soccorso, il paziente necessita di una valutazione più prolungata e più approfondita, tramite indagini e adeguata strumentazione di controllo, viene accolto in una specifica area di osservazione breve all’interno del Pronto Soccorso. La permanenza in quest’area va da un minimo di 4 ad un massimo di 24 ore e permette una definizione diagnostica ed una stabilizzazione terapeutica che consentono spesso di evitare il ricovero del paziente.

Negli ambulatori accede sempre e solo il paziente. Il medico ed il personale invita i parenti a entrare solo in caso di necessità ed in casi particolari (bambini, anziani, persone disabili).
Nei locali d’attesa interni al Pronto Soccorso ed in osservazione breve un solo parente può stare con l’interessato in qualsiasi orario.

Cliccando su “Pazienti in Pronto Soccorso” è possibile visualizzare in tempo reale il numero dei pazienti in attesa, da quanto tempo sono in attesa e il numero dei pazienti in trattamento.

Sede e contatti
Via Pilastroni, 1 - Cittadella (Pd) - Area Bianca, piano terra
Segreteria: tel. 049 9424811 • fax. 049 9424812 • psoc_cit@aulss6.veneto.it
Struttura

Il Pronto Soccorso si trova all’ingresso dell’ospedale, accanto alla portineria.
Il Pronto Soccorso è composto da:
1 sala d’aspetto per i pazienti che attendono la visita
1 piccola sala d’attesa per coloro che attendono l’esito degli accertamenti eseguiti
1 locale adibito all’accettazione e al Triage
1 sala per le emergenze
3 ambulatori per visita
1 piccolo ambulatorio multifunzionale (medicazioni, consulenze, ecc.)
1 zona per osservazione breve composta di 2 camere con un totale di 5 letti (di cui 2 monitorizzati)
1 spazio attrezzato con 2 poltrone e 3 barelle.

Ambulatori

Ambulatorio INAIL: su incarico dell’INAIL, alcuni medici e infermieri del Pronto Soccorso prestano attività ambulatoriale per il controllo ed il proseguimento delle cure e della certificazione degli infortunati sul lavoro.
L’attività viene svolta lunedì e venerdì 8.00 - 11.00, su appuntamento, all’ambulatorio 17 del Centro Pontarollo.

Equipe
Medici:
- Caterina Salvaggio
- Mauro Serafini
- Carlo Vitulo
- Oscar Zini
- Carlo Barbasetti Di Prun
- Fulvia Campedel
- Salvatrice Cavaliere
- Alessandro Fontana
- Monica Fenti
- Carlo Girardi
- Vincenzo Marando
- Alessandro Pacchioni
- Marco Pozza
- Antonella Ruffatto
Privacy
L’ospedale adotta tutte le misure possibili per garantire riservatezza e protezione dei suoi dati personali.
Il personale metterà in atto tutte le modalità necessarie per garantirle privacy durante lo svolgimento di operazioni delicate nella stanza ove è ricoverato con altri pazienti.
Informazioni in merito alla sua presenza in reparto a soggetti terzi e quelle relative ai dati personali e particolari di salute saranno fornite esclusivamente ai soggetti da lei individuati e indicati nell'apposita modulistica.
I dati personali e particolari di salute saranno trattati con le modalità previste dall'attuale normativa in materia di protezione del dato (Regolamento Generale di Protezione dei Dati - GDPR - 2016/679 - Decreto Legislativo 196/03, così come modificato dal D.Lvo 101/2018). I pazienti o familiari possono prendere visione dell'informativa distribuita presso le struttura aziendali e consultabile nella sezione "Sistema privacy aziendale" nella home page del sito www.aulss6.veneto.it
Consenso
Se non lo avesse già ricevuto, al momento del ricovero Le viene consegnato il modulo per il Consenso al trattamento dei dati sanitari e anagrafici, dove lei indica le persone (medico curante, familiari, ecc.) autorizzate a ricevere informazioni relative al Suo stato di salute.
Prima di essere sottoposto a indagini diagnostiche verrà informato in modo chiaro sulle motivazioni, modalità di esecuzione, possibili rischi associati ed eventualmente le verrà chiesto di sottoscrivere un consenso informato per poter procedere alla loro esecuzione. Nel prendere le decisioni potrà chiedere il supporto di persone di sua fiducia.
 
Cartella clinica e certificazioni
Per chiedere fotocopia della cartella clinica, può rivolgersi all’Ufficio Cartelle Cliniche dell’Ospedale. La richiesta può essere effettuata anche via fax o mail. Se chi richiede o ritira la fotocopia della cartella clinica non è il diretto interessato, deve essere munito di delega e di documento di identità.
Se durante la degenza o alla dimissione necessita del certificato che attesta il ricovero, può chiederlo al personale di reparto.
È infine cura del medico provvedere al riconoscimento dei giorni di malattia, su richiesta.
 
Tutela
L’Azienda ha adottato un Regolamento di pubblica tutela a sostegno dei diritti degli utenti. Il regolamento è scaricabile dal sito internet www.aulss6.veneto.it nella pagina dedicata all’URP.
Le segnalazioni degli utenti sono considerate un contributo al miglioramento nell’erogazione dei servizi. Potrà formularle verbalmente o in forma scritta al Direttore o al Coordinatore infermieristico o all’Ufficio Relazioni con il Pubblico o tramite mail: urp@aulss6.veneto.it.
In caso di reclamo scritto riceverà risposta entro 30 giorni.

Il Comitato Etico per la Pratica Clinica ha principalmente lo scopo di tutelare la dignità della persona in ambito sanitario e offre consulenza etica ad assistiti o loro familiari nonché a cittadini, associazioni e istituzioni.
Per contattare il Comitato: comitato.bioetica@aulss6.veneto.it

L’Azienda Ulss 6 Euganea ha aderito al Progetto PREMs per rilevare la qualità dei servizi ospedalieri. Al momento del suo ricovero le verrà chiesto il consenso alla partecipazione all’indagine, fornendo il suo numero di telefono e indirizzo e-mail. Una volta dimesso riceverà via mail e sul suo telefono, un messaggio con il link per compilare il questionario con il quale, in forma anonima, potrà raccontare la sua esperienza presso il reparto e contribuire così a migliorare l’assistenza.