Home > Territorio > Cure primarie > Guardia medica

Guardia Medica

Il Servizio di Continuità Assistenziale (o guardia medica) garantisce l’assistenza sanitaria di base (medico e pediatra di famiglia) nel territorio dell’Ulss 6 negli orari notturni, pre-festivi e festivi:
  • tutti i giorni: 20.00-8.00
  • tutti i giorni prefestivi: 10.00-20.00
  • tutti i giorni festivi: 8.00-20.00
Al medico di guardia medica ci si rivolge per prestazioni non differibili, cioè per quelle situazioni cliniche o di malattia che non possono essere rinviate al giorno successivo, rivolgendosi al medico di famiglia.
Il Servizio è gratuito per i cittadini residenti nel Veneto ed è a pagamento per tutti gli altri.
La guardia medica non è un servizio di urgenza/emergenza: in questi casi rivolgersi al Pronto Soccorso o al 118, attivi 24 ore su 24.
  La Guardia Medica può:
  • attivare direttamente il servizio di urgenza ed emergenza territoriale (118), se ne ravvisa la necessità
  • offrire una consulenza telefonica, se la richiesta è risolvibile con un consiglio, senza necessità di visita, trattandosi di un caso non complesso e non pericoloso per il paziente
  • recarsi a domicilio, se il medico ritiene opportuno visitare il paziente e stabilire se:
    • mantenere il paziente a casa, con le cure ritenute più opportune. Al termine della visita egli rilascia il modulo informativo (modello M) da consegnare al medico curante
    • inviare il paziente al Pronto Soccorso, se ritiene indispensabile una valutazione immediata in ambito ospedaliero
    • rilasciare prescrizioni farmaceutiche in caso di terapia non differibile
    • compilare certificati di malattia solo a chi è turnista, lavora cioè di notte e nei giorni festivi. Il certificato è rilasciato limitatamente ai giorni di festività (1, 2, al massimo 3)
    • rilasciare il certificato di constatazione di decesso.
La Guardia Medica non eroga:
  • visite ambulatoriali presso le sedi della Guardia Medica
  • trascrizioni su ricettario di prescrizioni di altri medici non convenzionati
  • vaccinazioni
  • punti di sutura o rimozione degli stessi
  • prescrizione di esami strumentali o di visite specialistiche
  • terapia iniettiva già avviata.
Ultimo aggiornamento: 24/08/2022
Torna su